Brindisi lotta ma Milano resiste e passa al Palapentasuglia.


Brindisi lotta fin dal primo quarto con una prova di gran carattere ma l'Olimpia si dimostra più forte e rimane imbattuta in campionato


Brindisi - Il basket è uno sport imprevedibile: nessun risultato è scontato in partenza ed ogni vittoria deve essere sempre guadagnata sul campo oltre che sulla carta. Lo sa bene l'Happycasa che da anni, contro ogni pronostico, è sempre lì nelle prime posizioni a contendersi la vetta con delle superpotenze come Bologna e Milano che non hanno niente a che vedere in termini di roster e budget con la stella del sud.

Oggi agli uomini di Frank Vitucci si chiedeva l'ennesima impresa, contro una squadra composta da 18 giocatori extraterrestri come l'Olimpia Milano. Il roster dell'Olimpia vanta di una profondità spaventosa con 10 stranieri e 8 italiani che giocherebbero nel quintetto base nella maggior parte delle squadre del campionato. Non è un caso, quindi, se l'Olimpia si presenta all'incontro con una striscia di 9 vittorie in altrettante partite.

La situazione per i pugliesi è meno rosea, a causa delle due sconfitte rimediate contro Trento e la Virtus Bologna e per l'assenza di Lucio Redivo (il quale rientrerà molto probabilmente nella prossima partita).

Il primo quarto, però, lascia ben sperare i tifosi brindisini, memori di aver già compiuto un'impresa simile due volte l'anno passato. Nei primi 10 minuti le percentuali dei pugliesi sono altissime ed i giocatori biancoazzurri sembrano correre il doppio rispetto a quelli dell'Olimpia. Il risultato è chiaro: 21-9 per Brindisi, con l'Olimpia che per la prima volta nella stagione si trova sotto di 12 lunghezze.

Nel secondo quarto, però, la reazione della capolista non si fa attendere. La difesa di Milano blocca completamente l'attacco di Brindisi (che realizza solo 6 punti nell'intero quarto). In attacco, invece, il Chacho Rodriguez sale in cattedra e comincia a distribuire gioco per i suoi compagni, Hines fa la voce grossa sotto canestro annullando completamente Nick Perkins e Devon Hall rifila un 3/4 dall'arco che consente a Milano di chiudere la seconda frazione di gioco sul punteggio di 27-27.

Dopo la pausa Milano riprende da dove aveva lasciato nel secondo quarto, dimostrando la sua superiorità in entrambe le zone del campo: in attacco Rodriguez e Delaney sono dei rebus per la difesa brindisina, mentre in difesa i continui cambi sui blocchi e la velocità nelle rotazioni difensive, permettono alla squadra di Ettore Messina di fuggire a fine terzo quarto.

All'inizio dell'ultima frazione di gioco, Brindisi prova un'ultima rimonta ma, le bassissime percentuali da tre punti ed ai tiri liberi, non consentono ai biancoazzurri di essere incisivi in attacco. Non si ferma invece la pioggia di triple dell'Olimpia Milano che, anche grazie ad un inaspettato Devon Hall da 16 punti, conclude la partita in scioltezza sul punteggio di 53-79.


PROSSIMO INCONTRO

Il prossimo incontro sarà Domenica 12 Dicembre alle 18.30 contro la Pallacanestro Reggiana, incontro valido per l'undicesima giornata di campionato.


- Leonardo Stomati


53 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
curva sud brindisi basket

Pick and Roll

Sport Brindisi e provincia